VIVERE L’URLO

Il progetto Vivere l’urlo è una delle espressioni di un macro-progetto denominato Assieme Davvero, progetto che si indirizza agli adolescenti e ai giovani della scuola media superiore sul tema delle dipendenze da sostanze psicotrope. Vivere l’urlo è un’affermazione che rimanda alle emozioni e alla loro manifestazione, ed è proprio su di esse che il progetto si disvela, non secondo canoni accademici ma attraverso l’arte teatrale. Vivere le proprie emozioni in modo coerente è prima di tutto saper accoglierle, amarle e soprattutto leggerne il senso e il significato, è esprimerle nella loro bellezza senza distorsioni. Le emozioni ‘non possono non essere comunicate’ è per questo che un atteggiamento oppressivo nei loro confronti porta il giovane a forme di disadattamento rischiose per la sua crescita, viene meno il rendimento scolastico, vengono meno le relazioni e il rapporto con la famiglia, il fiore della gioventù rischia di appassire senza sbocciare e quel ‘grande prato verde’, tanto decantato da Morandi, diviene una steppa

Regia: Matteo Maffesanti e Davide Pachera
Anno: 2010
Durata: 30.00
Interpreti: Rossella Terragnoli con la classe 2AP Liceo Statale G. Cotta di Legnago Verona
Responsabile del progetto: Michele Casella
Riprese: Andrea Piva e Martina Dalla Mura
Montaggio: Davide Pachera
Equipe formativa del progetto: Dario Soso, Luca Saccoman, Sabrina Giambelli, Damiana Perdoncini, Cristina Tadiello, Dina Pozza, Francesca Perina
Audio: Davide Pachera
Soggetto: Matteo Maffesanti, Davide Pachera, Sabrina Giambelli, Luca Saccoman, Michele Casella, Dario Soso