Il collettivo Elevator Bunker
svolge attività di promozione culturale utilizzando l'arte come strumento comunicativo,
sociale ed educativo.

+039 339 7492 798

elevatorbunker@gmail.com

Delivery è un progetto performativo del collettivo Elevator Bunker che nasce dal desiderio di indagare il tema della felicità intesa come stato d’animo di chi ritiene soddisfatti i propri desideri. La felicità è nelle relazioni, nei legami che stabiliamo con gli altri, con gli amici e con la famiglia, nella crescita personale e nella libera espressione della nostra creatività. Non c’è modo migliore di raccontare chi siamo, che svelando le nostre felicità più nascoste. In Delivery i performer attraversano una narrazione coreografica il cui sviluppo si basa sulla condivisione di sequenze motorie, improvvisazioni individuali o di gruppo e sospensioni del fluire scenico. Un gioco senza finzione e senza risparmio dove i danzatori trasformano le proprie fragilità in punti di forza. Comprendere la propria felicità, pretenderla, desiderarla, sfuggire la realtà ed infine osservarsi attraversando lo sguardo del pubblico sono aspetti in continua evoluzione che influenzano lo stare sulla scena dei performer e la relazione con il pubblico. Cosa mi rende felice? Quando posso essere felice? In quale modo posso esserlo? Questi interrogativi sono punti di partenza di una riflessione intima e profonda che i performer attraversano svelando passioni, desideri e gioie inaspettate. Delivery è uno spettacolo sul bisogno di essere felici in maniera incondizionata, senza temere di essere giudicati o esclusi. La performance è da considerare la continuazione dei precedenti progetti del collettivo Elevator Bunker, che hanno indagato il tema dell’identità e dell’inclusione sociale attraverso pratiche coreografiche inclusive.

Il progetto

Delivery è un progetto del collettivo Elevator Bunker. Il processo creativo prevede azioni mirate alla realizzazione di una performance: residenze artistiche, collaborazione con artisti della danza e del teatro e laboratori con le comunità. La finalità del progetto è doppia: da una parte fornire competenze in un’ottica di professionalizzazione artistica dall’altra promuovere percorsi di autonomia e integrazione sociale. Quest’ultimo aspetto è cruciale. Confrontarsi con nuove persone, scegliere in autonomia, scoprire nuovi luoghi, prendersi cura di sé e della propria igiene, relazionarsi liberamente con gli altri, viaggiare, decidere del proprio tempo libero, fare esperienza dell’uso del denaro e sperimentare l’autogestione in contesti di convivenza con altre persone sono tutte azioni che innalzano l’autostima, sviluppano abilità utili nel quotidiano e attivano processi di profondo cambiamento e crescita.

Residenze artistiche
Dal 30 Settembre al 2 ottobre 2022 – Teatro Prova di Bergamo
Dal 3 al 4 Dicembre 2022 – CSC di Bassano del Grappa
Dal 14 al 17 Gennaio 2023 – CSC di Bassano del Grappa
Dal 11 al 15 Febbraio 2023 – Sementerie Artistiche di Crevalcore
Dal 18 Marzo al 1 Aprile 2023 – La Corte Ospitale di Rubiera

Prima nazionale
22 Aprile 2023 Festival Danza in Rete Teatro Bixio di Vicenza